A sostegno della vita, diamo spazio alla musica

Pubblicato: 16 maggio 2011 in Le nostre attività

‘’E’ grazie ad eventi come questi se riusciamo ad esprimerci, poiché nella società in cui viviamo non c’è spazio per la musica e per noi, rivalutiamo, dunque, i sentimenti e la musica’’. Con queste parole Antonio Micelli (nella foto), dopo aver riposto in custodia la sua chitarra classica, come portavoce dei suoi amici musicisti che con lui si sono espressi artisticamente (e non solo) a sostegno della vita, ha concluso il concerto di musica classica tenutosi domenica 15 maggio 2011, alle ore 20.00, nel Salone Convegni del Convento di San Francesco, a Sava. Francesco Buccoliero, pianoforte, Ivana e Valeria Zaurino, rispettivamente violino e flauto, ed Antonio Micelli, chitarra classica, di talento ne hanno da vendere.

Lo ha capito Giovanni Melle che per sostenere l’iniziativa di Arci Ragazzi, impegnati nel reparto pediatrico di ematologia dell’Ospedale Moscati, ha messo in campo una raccolta fondi attraverso la diffusione di un messaggio importante: ’’La musica per la vita’’. Melle ha parlato per Giuseppe, il bimbo che poco prima di lasciarci, espresse il desiderio di un mondo migliore, attraverso la continuità del lavoro iniziato da chi ha a cuore la vita e la salute di tutti, in primis quella dei bambini.

Ma Giovanni Melle, con la sua determinazione, è riuscito anche a coinvolgere una parte della Taranto attiva, della Taranto che soffre e che lotta, la federazione ambientalista per l’Ecotutela Jonica l’unica che promuove  come soluzione al problema ambientale e sanitario la riconversione del nostro territorio, mediante la valorizzazione delle sue vere vocazioni: il turismo, l’archeologia, l’arte, il sole, la terra, la vera green economy. La federazione desidera inoltre attuare a Taranto e nella sua provincia una riconversione culturale, per questo ha sposato in pieno il pensiero del giovane Antonio. Per la federazione è intervenuta la D.ssa Daniela Spera che ha ricordato, citando dati recenti, l’emergenza sanitaria in cui versano Taranto e la sua provincia con particolare riferimento all’area prossima alla zona industriale tarantina.

La serata, tra una esibizione e l’altra, ha visto anche la partecipazione dell’Assessore alla Cultura e Spettacolo del Comune di Sava, Giuseppe Saracino e del Consigliere comunale Luigi Lomartire che hanno apprezzato l’iniziativa impegnandosi ad offrire il proprio sostegno anche per iniziative future. Ma l’atmosfera si è arricchita di mistica saggezza grazie all’intervento  conclusivo di Padre Rosario, che ha ricordato come la musica riesca a scuotere le coscienze potenziando la sensibilità nei confronti della bellezza e spingendoci a ricercare l’amore e il rispetto per la vita.

Il resto lo hanno raccontato loro, quattro giovani artisti, Antonio, Francesco , Ivana e Valeria che, desiderosi di esprimersi, hanno inebriato il pubblico con magiche melodie, hanno trasmesso bellezza, ci hanno ricordato che i giovani sono il futuro dell’umanità. Custodiamoli, tuteliamoli, prepariamo loro il terreno fertile affinchè possano aspirare alla felicità. ‘’Che questo sia solo il primo di una lunga serie di eventi!’’, ha concluso Giovanni Melle, salutando il pubblico presente…

Angelo Cardellicchio

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...