Dal 15 dicembre, Taranto c’è e si fa sentire: ”Taranto libera, no alla legge Salva Ilva!”

Pubblicato: 18 dicembre 2012 in Presentazione
Tag:, , , , , , ,

governo assassino

Questo messaggio deve vederlo tutta l’Italia, perché non si dica che Taranto accetta passivamente..Taranto, in 20.000, il 15 dicembre lo ha detto : no alla legge Salva-Ilva!!

Taranto ha gridato :’TARANTO LIBERA’ ma le tv nazionali, questo non lo hanno detto…stop ai talk-show che strumentalizzano la nostra tragedia..noi non siamo delle marionette al servizio dello Stato.

(tratto da facebook: https://www.facebook.com/photo.php?fbid=542346925777950&set=a.417921011553876.109282.100000079425941&type=1&theater)

Oggi 18 dicembre 2012, alla Camera dei Deputati si discute sul disegno di legge per la conversione in legge del decreto-legge 3 dicembre 2012, n. 207, recante disposizioni urgenti a tutela della salute, dell’ambiente e dei livelli di occupazione, in caso di crisi di stabilimenti industriali di interesse strategico nazionale.

http://webtv.camera.it/portal/portal/default/Assemblea

Ma quale ‘crisi di stabilimenti industriali’?

Ci troviamo di fronte ad un conflitto tra poteri che pone in contrasto il diritto alla salute con l’obbligo di produzione. Un caso senza precedenti.

Il dottMaurizio Santoloci, magistrato di Cassazione, grande esperto di diritto ambientale, spiega infatti:

Non si è mai visto fino a d oggi un provvedimento normativo che intervenga su un provvedimento di sequestro in atto di esecuzione e di fatto raggiunga una finalità di uso (totale o parziale) di beni sequestrati superando l’adozione specifica di modifiche in tal senso da parte della magistratura competente.’

‘Resta dunque da chiedersi se ci troviamo di fronte ad una rilevante modifica dei principi in materia. Modifica che potrebbe poi-naturalmente-avere effetti futuri in ogni settore non solo ambientale. Infatti se venisse ritenuto legittimo il principio in base al quale un decreto-legge può incidere direttamente nella sostanza di un provvedimento di sequestro emesso dalla magistratura,(..)allora in futuro un Governo potrebbe adottare medesima prassi per sequestri innestati su reati di ogni altro tipo, ivi inclusi fatti totalmente estranei al campo ambientale..’

qui il documento completo che vi invitiamo a consultare: Decreto-legge contro sequestro

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...