Petizioni che smuovono inchieste

Pubblicato: 23 novembre 2013 in Presentazione
Tag:,

IMG_3998-1

Ecco un esempio di come le petizioni se fondate possono smuovere inchieste. Nello specifico la petizione a cui si fa riferimento è stata presentata da Legamjonici (si veda il link allegato). L’inchiesta è ancora aperta (come confermato dopo la mia audizione a Bruxelles nel gennaio 2013), ma le prime risposte della Commissione Europea furono interessanti, stiamo seguendo e fornendo ulteriori informazioni:

27 aprile 2012
E-002671/2012
Risposta data da Janez Potočnik (nella foto) a nome della Commissione
La Commissione è al corrente della situazione ambientale esistente a Taranto e nei suoi dintorni, in particolare a seguito delle segnalazioni negli ultimi tempi di violazioni ambientali che invaliderebbero alcuni finanziamenti del FESR a favore di questa zona e della recente sospensione della commercializzazione di molluschi bivalvi a causa di una contaminazione da PCB. La Commissione sta inoltre discutendo con l’Italia in merito all’applicazione della direttiva Seveso, discussione che si trova per il momento nella fase del parere motivato, e presenterà in tempo utile osservazioni sui rilievi specifici contenuti nella petizione in questione. Questi rilievi concernono segnatamente gli aspetti della direttiva Seveso che sono già oggetto di un approfondito esame da parte della Commissione.
La Commissione sta attualmente procedendo alla valutazione della petizione cui fa riferimento l’onorevole parlamentare e, a tempo debito, invierà una risposta alla commissione per le petizioni del Parlamento. Nel caso riscontri una violazione del diritto dell’UE, la Commissione adotterà tutte le iniziative che riterrà opportune.

Queste le parole del Commissario all’Ambiente Janez Potočnik  in risposta a questa interrogazione:
http://www.europarl.europa.eu/sides/getDoc.do?type=WQ&reference=E-2012-002671&language=IT

Ricordiamo che la petizione a cui si fa riferimento riguarda il progetto Tempa Rossa, in tutti i suoi aspetti critici, e la contaminazione dei molluschi bivalvi (mitili).

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...