Archivio per la categoria ‘Sezione Video’

cdm 13 luglio stop tempa rossata oggi 14 luglio stop tempa rossa  gazzetta 14 luglio stop tempa rossastop tempa rossa lido azzurro 1stop tempa rossa lido azzurro 2

Annunci

Ilva-TarantoQuesto materiale è stato presentato in anteprima il 22 Settembre 2013 a Mosaico Scienze, Mantova:

Licenza Creative CommonsBased on a work at http://www.youtube.com/watch?v=MSYAKKLBn-s.

Presentazione del libro Veleno al Women’s Fiction Festival di Matera, ospiti l’ autrice Cristina Zagaria e la protagonista Daniela Spera.

 

Domenica 22 Aprile si è svolto a Massafra un Sit-In contro il raddoppio dell’inceneritore Cisa , di proprietà della società Appia Energy , Gruppo Marcegaglia.

Il Comitato Legamjonici ha seguito sin dall’inizio l’iter informativo riguardante il raddoppio dell’impianto , rilevando carenza e ritardo nella diffusione del progetto. Dopo l’avviso sul Burp in data 16 Febbraio infatti, il Comitato ha sollecitato la pubblicazione del progetto in data 28 Febbraio,non ancora avvenuta sino a quel momento sul sito della Provincia di Taranto (così come invece riportato nel Bollettino Ufficiale della Regione Puglia). L’esatta conoscenza della data di decorrenza (60 gg dalla data di pubblicazione) dei termini consente a qualsiasi cittadino di presentare osservazioni, secondo quanto stabilito da normative nazionale e comunitaria  in materia di VIA (Valutazione di Impatto Ambientale), entro i termini previsti. Legamjonici tuttavia ha fatto rilevare una non coincidenza tra la data di pubblicazione sul Burp e la data di pubblicazione sul sito della Provincia di Taranto (si puo’ infatti notare una distanza di circa 10 giorni).

Il Comitato presenterà osservazioni allegando un importante documento che testimonia la pericolosità della pratica di incenerimento dei rifiuti.

In merito al raddoppio, i cittadini di Massafra hanno dato luogo a varie forme di protesta, attraverso una raccolta firme e diversi messaggi di sensibilizzazione alla causa

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nella mattinata del 22 aprile, Legamjonici ha colto l’invito da parte del Comitato per la Corretta Gestione dei Rifiuti ad intervenire, tramite la responsabile Daniela Spera, sul tema degli effetti sulla salute dell’incenerimento dei rifiuti :

Taranto Oggi 23 Aprile 2012

 
 
22 dicembre 2011
 
Dopo aver rilevato l’esistenza di finanziamenti stanziati dalla Regione Puglia nel 2008 e destinati alla Cemerad ma ‘dirottati’ verso altre operazioni, il comitato Legamjonici, con l’intento di fare chiarezza sulla vicenda, ha messo in atto una vera e propria azione di pressione. Il comitato Legamjonici ha constatato che l’avvio della bonifica attendeva l’autorizzazione dell’Asl per la nomina di un esperto in radioprotezione necessario anche nella fase di caratterizzazione del contenuto dei fusti. Dopo la nomina dell’esperto si attendeva la fase di apertura di un bando di gara per l’appalto dei 1.500.000 stanziati dalla Provincia.Incalzato dalla presenza degli ecologisti in aula, l’assessore Chiarelli ha aperto il Consiglio con la problematica relativa alla Cemerad, nonostante non fosse presente nell’Ordine del Giorno. Ha dichiarato che l’avvio del bando di gara attende l’autorizzazione dei Vigili del Fuoco, confermando che la fase di caratterizzazione ha ancora molti ostacoli da superare. L’assessore ha riconosciuto il ruolo ‘chiave’ del comitato Legamjonici soprattutto nella fase della nomina dell’esperto in radioprotezione ed ha annunciato una conferenza stampa, il prossimo gennaio, insieme agli ecologisti, per  presentare l’avvio della gara d’appalto per la caratterizzazione.Sulla problematica, sollevata da Vincenzo Conte (Verdi), relativa all’idoneità del sito alla fase di caratterizzazione dei fusti, l’assessore Chiarelli ha risposto che lo spostamento dei fusti richiederebbe ulteriori finanziamenti che ritarderebbero ulteriormente l’avvio della bonifica, per la quale non sono stati ancora stanziati gli opportuni finanziamenti.Dunque, nuovi tasselli da aggiungere all’annosa vicenda della bonifica dei rifiuti radioattivi stoccati in capannoni alle porte di Statte.Di certo, il problema potrà giungere a definitiva soluzione solo grazie all’opera di vigilanza messa in campo dagli ecologisti.
 
Daniela Spera, responsabile del Comitato Legamjonici
Vincenzo Conte (Verdi)
 
ECCO I VIDEO SU COM’E’ ANDATA: